Sognandoti...



Nei miei sogni hai cambiato viso, colori, sesso ed età ... tante e tante volte!
In uno dei primi sogni...venivi dall'Ungheria,avevi forse 5 anni, eri una bambina con una montagna di capelli ribelli e ricciolini...ti adottavamo insieme a tuo nonno!!!! Per scoprire che poi... era il mio...che ci prometteva di aiutarci a comprenderti ed a parlare con te.
Prima ancora, Stellina, sei stato una neonata venuta dalla Mongolia ... in una strana, improbabile, tutina...
Siete stati due, anche.
Ti sei poi trasformato in
bimbo slovacco....quando ancora non avevamo incontrato ARAI... e non sapevamo nulla delle adozioni in Sovacchia...immagina il mio stupore al risveglio! La cosa che ricordo e che ancora oggi mi emoziona è di essermi chinata accanto a te, di averti prima preso le manine e poi abbracciato e di avere pensato che tutto sarebbe andato bene. L'ho capito stringendoti a me.


29 - 30 settembre 2011

Stanotte, cara stellina, non eri sola....eravate due bimbi: un maschio ed una femmina. Non vi conoscevate tra di voi e non eravate, biologicamente, fratelli.
Il bimbo non l'ho mai visto in sogno, sapevo che lo avremmo conosciuto solo in seguito. La bimba invece... aveva i capelli neri e corti e si muoveva per il mondo con una leggerezza tale da ricordare una farfalla o una ballerina. Eri tu, stellina? Dopo averti conosciuta ci davano il permesso di fare una passeggiata. Papà ed io ti davamo entrambi la mano e tu camminavi saltellando tra noi due, cercavi i nostri sguardi e ci sorridevi.


9-10 giugno 2011


Questa notte, cara stellina, ho sognato che eri già a casa con noi. Ultimamente, stellina, prendi sempre l'aspetto di una bambina! Stanotte eri in difficoltà: indossavi un paio di scarpette molto trette (erano dei mocassini, indiani...morbidi e colorati...eppure ti facevano male), così piangendo mi sei venuta in braccio ed io ti ho tolto le scarpette, ti ho asciugato le lacrime e ti ho massaggiato i piedini arrossati. Chissà dove sei e se stai bene....


7-8 aprile 2011

Questa notte ho sognato di tenere in braccio una bimba. Stavamo facendo il bagno in un laghetto, eravamo immerse nell'acqua, ed io le facevo vedere dei pescetti, mentre lei, rideva, sbatteva i piedini e con la manina tentava di toccarli e a tratti ci riusciva.....
Solo un sogno, ma un sogno bellissimo!


9 agosto 2009
La notte scorsa ho fatto un sogno particolare: il nostro bimbo era in istituto e noi andavamo a prenderlo (e fino a qui nulla di strano). il piccolo guardava in basso e aveva in mano una pietra nera, pesante e grande, troppo grande per la sua manina. Volevo farlo sorridere, ma ero preoccupata che si spaventasse nel caso in cui mi fossi avvicinata troppo repentinamente, allora ho preso dalla borsa un sacchetto trasparente con delle caramelline gialle. Dentro però c'era anche una "forma" più grande, sempre gialla, sembrava dell'ambra o dell'incenso. Lui per prendere quel sacchettino ha lasciato cadere la pietra nera. Era un bimbo slovacco...